U18 | Rugby Bassano 1976 – Rugby Padova | 21-24

U18 | Rugby Bassano 1976 – Rugby Padova | 21-24

Ultima partita d’andata, della serie: dalle stelle alle stalle. Ecco gli eventi.
La partita inizia a razzo con una meta del Padova al quarto minuto. Gli ospiti a quanto pare sono piuttosto determinati a chiudere subito il conto. E quindi 0-5 e il Bassano inizia a vedere una partita in salita. Il Padova è una fusione di 4 società patavine e quindi, e lo si nota abbastanza agevolmente, è composta dai migliori giovani di un territorio piuttosto vasto.
Oggi però il Bassano è sceso in campo determinato e non accusa per nulla la meta subita tant’è che, dopo un’incursione dell’8 avversario fermato sulla riga di meta, il ns. Valerione mette a segno una meta di spinta dopo appena 2 minuti. 7-5 grazie a Sorriso che realizza. Il Bassano vuole dirigere le operazioni, le touche funzionano, la cassaforte è sicura, la linea d’attacco è ben disposta. Purtroppo in difesa non brilliamo per tutta la partita e sarà causa dell’inaspettato tracollo finale. Mancano i placcaggi e alcune posizioni errate generano varchi dove l’avversario si infila infido e spesso guadagna decine di metri mettendo in seria difficoltà la nostra compagine. Per fortuna che spesso, in zona Cesarini, riusciamo a salvare il risultato e a rinviare il gioco o in contrattacco o su calcio. Ora il Padova mette a segno una meta davvero spettacolare, un’apertura sulla sinistra con due passaggi doppi che portano la palla all’ala con inaspettata rapidità, la nostra difesa è in ritardo e l’ala vola sereno a meta. 7-10, il calcio era proibitivo. Il gioco riprende e il Bassano è sul pezzo, una mischia avversaria viene vinta, il Bassano decide per i pali, ma la posizione è defilata e il calcio di Sorriso va a vuoto. Il gioco prosegue vedendo ancora il Bassano in attacco, il Padova si distingue per un fallo di mano evidente che porta i nostra. in touche sui 5 metri avversari, bella cassaforte, palla a Marcone che di spinta arriva a meta. Sorriso realizza e siamo 14-10. Ora Scrama si infortuna e finisce un primo tempo di buon livello con entrambe le squadre agguerrite e con seri motivi per voler vincere.
Nel secondo tempo il Bassano inizia subito a spingere, vuole chiudere la partita, ma non ha fatto bene i conti con gli ospiti che vogliono vendere cara la pelle e che tecnicamente si sentono in grado di portare la partita a casa. Il Bassano ruba una touche e riprende a spingere guadagnando molti metri a volte con l’ausilio di un calcio di rinvio. Purtroppo la difesa resta la nosta pecca, un avversario supera ben 4 nostri uomini che non placcano. Giacomo tenta un calcio che però finisce sul fondo. Poi finalmente Valerio sfonda la linea e avanza fino ai 22 metri avversari. Si va in touche per i padroni di casa, cassaforte, una bella apertura sulla sxinistrae meta di Antonio in corsa. Sorriso trasforma e il punteggio si porta sul 21-10. Manca poco alla fine, partita vinta? Aspettiamo. Il Bassano ruba un’altra touche, attacca e Antonio rischia la seconda meta personale ma i compagni non sono pronti col sostegno e perdono palla. Il Bassano si siede un po’, il punteggio è promettente e si tira il fiato. Rubiamo altre due touche ma poi tra un fallo e l’altro portiamo l’avversario sui nostri 5 metri in cui i nostri avversari aprono e passano agevolmente a meta. 21-17. Pazienza, abbiamo sciupato il break di vantaggio ma ora la partita è pressoché terminata… davvero? Manca veramente poco alla fine, il tabellone ha superato i 40 minuti, su una touche del Bassano e successiva apertura perdiamo malamente la palla, non difendiamo per nulla e il Padova si porta clamorosamente 21-24 grazie anche ad un calcio molto bello e preciso, da angolatura davvero impegnativa. Bravi gli avversari a crederci fino in fondo, meno noi ad aver fatto i conti senza l’oste! Archiviamo una sconfitta giusta per il comportamento sul finale, ma certamente e meritatamente salda in ns. mani fino a 5 minutri dalla fine! Peccato archiviare un’occasione sprecata.

Lascia un commento