U18 | Rugby Bassano 1976 – CUS Padova Rugby | 36-36

U18 | Rugby Bassano 1976 – CUS Padova Rugby | 36-36

Oggi al De Danieli partita vibrante, emozionante, 6 cambiamenti di fronte nel risultato, partita equilibrata e sempre sul filo. Squadre quasi al completo, bella battaglia!
Eccoci di nuovo sul campo di casa dopo una serie di traversie che hanno messo a dura prova la nostra formazione. I ragazzi sono un po’ contratti, sentono la partita, perché? Ma perché le ultime partite non sono state brillanti, un esame di coscienza è stato fatto e i tecnici hanno espresso sì il loro disappunto, ma hanno anche preso il toro per le corna e ora in campo bisogna dimostrare l’attaccamento alla maglia.
I nostri partono bene, si vede la voglia di dimostrare qualcosa, ma sono nervosi e subiscono alcuni attacchi avversari. Questi dopo un po’ vanno a segno: i nostri tentano ingenuamente un muro su maul ma non hanno fatto bene i conti e restano a guardare la prima meta del CUS Padova. Calcio a segno e il punteggio va sullo 0-7.
Oggi però i reparti funzionano, ci sono sì errori anche grossolani ma la tenacia traspare sia dal lavoro di mischia sia dai tre quarti. Questi ultimi attaccano una prima volta ma si fermano su un avanti e subito dopo una bella apertura fino a Veggie che entra in meta ma viene tenuto alto. Il CUS a questo punto calcia ma Filippone intercetta senza presa ma Brando recupera. Poi si ripete la dinamica, attacco del Bassano ma di nuovo tenuto alto in meta. Accidenti! I nostri non demordono, sentono che oggi possono vincere e vogliono vincere! Infatti i tre quarti bassanesi insistono con ottime aperture fino a che, sotto meta, Valerio riesce a spingersi oltre la linea avversaria per la nostra prima meta. Niente trasformazione ma siamo 5-7.
Ora erroneamente i ragazzi si siedono un po’, forse la meta li ha un po’ appagati e così abbassano la difesa e il CUS ne approfitta: riprende il gioco con il calcio di inizio, noi “lisciamo” la palla, loro la riprendono e ci beffano non più di un minuto dopo la nostra prima meta, 5-12 e bagno di realismo!
E il Bassano torna in se, piedi per terra e tanto lavoro. Così Filippone guadagna metri in avanzamento, così anche Valerio, arriviamo in touche ai 5mt ma ce la rubano! Un fallo avversario ci permette di andare per i pali ma non sfruttiamo il calcio. Il gioco riprende, calcio avversario, presa al volo di Zanzot, avanza Brando e guadagniamo un’altra touche sui 5 mt. Cassaforte, maul avanzante e meta. Sorriso trasforma e siamo 12-12, pari! Questo è il Bassano che vogliamo vedere.
Si riprende e i nostri sono sempre più agguerriti, il CUS è buona compagine e ha recuperato alcuni tra i migliori giocatori che all’andata (dove vincemmo bene) non c’erano. Giacomo avanza molto ma viene tenuto alto, poi attacca il CUS, arriva ai 22 con una touche, aprono bene, tentano un up’n’under che intercettiamo ma non teniamo e così il CUS segna meta. 12-17 e finisce il primo tempo.

Il secondo tempo non inizia bene, Veggie dà una manata all’avversario e l’arbitro commina un giallo ad Alex che dovrà uscire per 10 minuti. Siamo in mischia in attacco ma vicini alla ns. area di meta, meglio calciare, controcalcio avversario e ci guadagniamo una touche sui 22mt del CUS ma perdiamo palla, così avanzano e con un fantastico cross kick segnano una meta davvero spettacolare. 12-22 e siamo sotto di 2 mete e qui si teme “la botta”, invece il Bassano non demorde e reagisce all’istante, da touche sui 22 passa a una touche sui 5, nuova maul avanzante e nuova meta. Niente calcio e andiamo a 17-22. Gran carattere, l’importante è continuare.
Ora riparte bene Antonio che cede la palla a Scramo, entrambi guadagnano molto terreno. Il Bassano U18 oggi ha proprio voglia di vincere, non molla e torna in touche ai 5mt ma l’arbitro è di parere contrario e l’azione si smorza. Riprendiamo subito con una mischia ai 5 e dopo alcune fasi Scramo va dritto per dritto, supera i blocchi e va in meta. Sorriso segna e cosi il punteggio diventa 24-22! Vantaggio!
Il gioco riprende, ci sono un avanti ciascuno poi il CUS attacca e con il loro pilone va ancora a meta, 24-29. Mannaggia. Nessuna delle due squadre allunga, nessuna delle due squadre riesce a mettere il risultato al sicuro!
Sorriso calcia la ripresa, il CUS attacca ma i placcaggi del Bassano oggi sono efficaci. Conquistiamo palla, superiamo i 22 avversari e, dopo più fasi di attacco, una bella “argentina” manda Ferro a meta e Sorriso trasforma: 31-29 Nuovo capovolgimento di fronte!
Bello il Bassano oggi dal punto di vista del carattere, va a meta, ma memore del rilassamento del primo tempo che gli è costato caro, stavolta tiene alta la guardia: nuova touche ai 5mt (quante oggi!) nuova maul e nuova meta di Ferro, niente calcio ma siamo 36-29!e per la prima volta abbiamo una meta di vantaggio.
Sembra fatta, manca pochissimo ma l’avversario non è domo, entra in area di meta e segna ma un gesto di antigioco del Bassano viene trasformato dall’arbitro in due punti considerandola “meta tecnica” e così, clamorosamente, la partita finisce 36-36!
Che peccato, oggi il Bassano ha dimostrato che con la giusta grinta si può ambire a risultati importanti, volere è potere, con costanza e determinazione si può raggiungere qualsiasi risultato!
Forsa Basan!

Lascia un commento