U16 | Benetton Rugby – Rugby Bassano 1976 | 22-7

U16 | Benetton Rugby – Rugby Bassano 1976 | 22-7

Under 16 èlite

Splendidamente ingenui.
Oggi 9 Febbraio nella città dello sport “La Ghirada” sede della Benetton Rugby
si è disputata l’ultima partita del girone di andata del campionato U16 élite.
I nostri prodi delinquenti nel sancta sanctorum del Rugby italico ad affrontare il Benetton,
solo il nome mette paura, praticamente nella tana del lupo.
Non so voi, ma di fronte a tanta nomea qualsiasi umano parte svantaggiato,
solo per timore reverenziale.

Risultato scontato direte voi, e invece cosa si inventano i nostri??
L’ennesima prestazione “gajarda “ come direbbero a Roma.
Il nostro 15 iniziale non è il solito, ma opportunamente rimaneggiato sapientemente
da coach Segafredo per adattarlo alle caratteristiche dell’avversario.
Pronti via e dopo tre minuti subiamo una meta, per distrazione nostra,
gli ingredienti per una Caporetto ci son tutti.
Ma non e’ proprio così: i nostri reagiscono e su un‘ingenuità nostra
serviamo su un piatto d’argento la seconda meta.
L’avversario onestamente ci è superiore come individualità ma noi siamo più squadra.
Trascorre il tempo e i nostri cominciano ad acquisire più fiducia nei propri mezzi,
proponendosi di più in attacco, allo scadere del primo tempo subiamo sempre
per nostra ingenuità la terza meta.

Si va al riposo sotto di 22 a zero, con un primo tempo di marca trevigiana,
ma nel complesso la temuta scorreria dei padroni di casa non c’è stata,
grazie alla nostra linea difensiva sempre ben schierata e ordinata.
Si riparte per il secondo tempo e come d’incanto o magia chi si rivede??
La magica, sempre loro, i nostri piccoli delinquenti mai domi, mai stanchi,
salgono in cattedra e cominciano a giocare come solo loro san fare,
mettono alle corde l’avversario e vanno subito in meta.
Molto evidente il calo del Benetton , come evidentissimo lo spegnimento
di tutte le fonti di gioco avversarie , con le giuste contromisure nostre.

Iniziano i cambi per far rifiatare i più stanchi e i rincalzi sono di qualità mantenendo
alto il livello complessivo della squadra e a pari livello dei titolari.
Scorre dolcemente il tempo e tentiamo più volte di sfondare
le linee avversarie ma senza successo, si arriva al sessantesimo
senza più colpo ferire.

Finisce 22 a 7 per il Benetton, un secondo tempo tutto di marca Bassanese,
un plauso ci viene riconosciuto dagli avversari che pensavano in una facile vittoria,
riconoscendoci il merito di aver venduto cara la pelle.

Un mio personale giudizio, abbiamo dei soliti sostenuti da una bellissima orchestra ,
Noi siamo una squadra.
Punto e basta e se continuano a crescere su questa strada nel prosieguo
del campionato potremo dire la nostra, peccato per gli errori di ingenuità
che a questi livelli si pagano molto cari.

Da Treviso è tutto, sempre avanti e Forza Bassan
Roger.

Lascia un commento