Rugby Social | Luigi Lunardon e il Progetto Io gioco alla pari

Rugby Social | Luigi Lunardon e il Progetto Io gioco alla pari

Sarà il campionissimo Alex Zanardi a chiudere l’11 febbraio l’anno di “Bassano città europea della sport”. Un degno finale con un ospite che è diventato per lo sport e non solo un simbolo di determinazione e capacità straordinaria nell’affrontare ogni difficoltà. Si chiude così una annata da incorniciare per la città il cui legame con lo sport è stato rinsaldato da una serie di altre iniziative all’altezza. Ne abbiamo scelta una: il video “Io gioco alla pari” per la sua originalità, che ha tra gli ideatori Luigi Lunardon, bassanese, rugbista, nonché giovane neo magistrato. Realizzato all’interno del progetto Re-Living, è stato sostenuto dai comuni di Bassano e Schio, con cinque partner che si sono uniti in rete, con il sostegno della Fondazione Cariverona: Cooperativa Zattera Blu Onlus, Associazione Questacittà, Cooperativa sociale luoghi comuni, e Cooperativa Adelante di Bassano e Samarcanda di Schio.
Una testimonianza che sport ed impegno sociale possono andare a braccetto come confermato da “Io gioco alla pari”, realizzato in un anno e mezzo nel Bassanese ed Alto Vicentino: un video espressamente dedicato ai giovani di sesso maschile a cui viene chiesto l’impegno in prima persona per realizzare la parità di genere nelle relazioni uomo-donna con l’obiettivo di attivare un processo di sensibilizzazione sulle tematiche e di prevenire e combattere i fenomeni di violenza e di povertà ed esclusione sociale delle donne.
Un video che sta nobilitando proprio l’anno in cui Bassano è stata città europea dello sport. Nel progetto Re-Living, alla cui realizzazione ha contribuito anche la Società Rugby Bassano 1976
sono stati coinvolti, attraverso diverse azioni mirate, più di 1300 studenti degli istituti superiori di Bassano e Schio, 115 tra giornalisti e giornaliste e cinquanta aziende del territorio.
Il video è stato inviato inviato a tutte le palestre e le associazioni dell’Alto Vicentino.

Lascia un commento